storia27 agosto 2020

#TBT: LA PRIMA SENZA PAOLO

Siena-Milan, agosto 2009, Paolo Maldini davanti alla TV

"È proprio bello il calcio", era stato il primo commento a caldo di Paolo Maldini al termine di Siena-Milan 1-2, addì 22 agosto 2009. Un'ottantina di giorni prima, la leggenda rossonera aveva salutato tutti, dopo la vittoria di Firenze che aveva sancito la permanenza in Champions League della squadra allenata nella stagione successiva da Leonardo.

Dal gennaio 1985 al maggio 2009, Paolo c'era sempre stato. Con qualsiasi allenatore, in tutte le circostanze, anche a costo di operarsi alle ginocchia a fine stagione. Ma c'era sempre stato. A fine maggio 2009, la società gli aveva chiesto di giocare ancora un anno. Ma Paolo si sentiva a fine corsa, in campo. Dopo averne fatte tante, vere e intense.

In Siena-Milan dell'agosto 2009, la linea difensiva recitava: Zambrotta, Nesta, Thiago Silva, Jankulovski. Senza Paolo. C'era Sandro, suo compagno di squadra di tante imprese europee e mondiali. C'era Thiago, che Paolo aveva apprezzato nelle amichevoli dei primi mesi del 2009. C'era Janku, il nazionale ceco al quale Maldini aveva lasciato la fascia sinistra per trasferirsi nelle zone del centro della difesa. E c'era anche Zambrotta, con cui Paolo ha condiviso il Mondiale del 2002 con la Nazionale azzurra in Corea del Sud e Giappone.

A Paolo, che invece non c'era, sono rimasti i due gol di Pato, la doppietta della vittoria rossonera a Siena. Concentrazione, sorriso e applausi anche quella sera: le stesse reazioni che il d.t. milanista manifesta ancora oggi in tribuna d'onore, ad ogni partita del suo Milan.


Sono disponibili l'Home Kit e il Third Kit per la stagione 2020/21: visita lo Store online AC Milan!

Condividi su:

Ultime news

I nostri partner